Fabio Toso

Panificatore e Pasticcere

Fabio Toso

Panificatore e Pasticcere

Biografia

Fabio Toso nasce a Roma il 20 Novembre 1979, da subito dimostra una forte propensione per l’assaggio, infatti, a soli 3 anni decide, di provare la soda caustica, scambiandola per delle caramelle. A 5 anni, non contento, dopo aver assaggiato una discreta dose di gnocchi alla cannella, crolla sul divano, per circa 4 ore, per poi riprendersi dalla degustazione.

Insomma, un po’ per gioco, un po’ sul serio, Fabio inizia ad addentrarsi sempre più nel mondo culinario, fino a 16 anni, anno in cui decide di mandare fuori tutti dalla cucina e pensarci lui. Forse, se potessimo assaggiare i primi piatti, impallidiremmo, però, nonostante tutto, si accorge che alcuni dei piatti da lui ideati, (pensate che studia Elettronica e Telecomunicazioni, non all’Istituto Alberghiero), già erano stati codificati e ben descritti sui ricettari.

A 19 anni, terminati gli studi di Perito Elettronico, decide di partire per Verona, per una possibilità che gli viene data di lavorare come aiuto pizzaiolo.

Fabio non si tira indietro, parte e va a lavorare come aiuto alla pizzeria “da Massimo”, plurimedagliato pizzaiolo a livello mondiale. Dopo qualche mese, rientra in azienda il figlio di Massimo, fuori sede per impegni personali, quindi Fabio inizia a cercare un altro lavoro, trovandolo in un ristorante Argentino in cui fare la pizza; nel frattempo però prende confidenza anche con la carne, data la quantità che nel ristorante veniva utilizzata.

Rimase nel ristorante fino a quando non arrivò una proposta importante, un ristorante pizzeria che fa carne, pesce e pizza, quindi quale migliore occasione per imparare il pesce? Bene, indovinate un po’? Fabio inizia a lavorare nel ristorante, tappa sicuramente importante, che in alcuni mesi lo porterà ad essere assunto da un altro ristorante segnalato su alcune guide.

Chiaramente la qualifica è quella di commis di cucina, ma da lì arriva una grande opportunità; lavorare con uno degli Chef della Nazionale Italiana Cuochi, e chiaramente Fabio va a lavorare con lui, restandoci fino a quando non decide di partire prima per la Sardegna, in cui resterà per un’intera stagione estiva, per poi rientrare a Roma in un Ristorante importante degli indirizzi della capitale.

Qui in un giorno come un altro si siede uno Chef che sta costruendo un grande percorso, Fabio nota un grande subbuglio in cucina quando si sa che in sala è presente questo Chef. Capito che doveva essere uno Chef da cui imparare molto, decide di andare a bussare alla porta del suo Ristorante, e così dopo pochi giorni inizia la collaborazione al Ristorante “La Pergola”, dello Chef Heinz Beck.

Questa è la svolta che fa a capire a Fabio di non averci capito niente, era arrivato il momento di rimettersi a studiare, di domandarsi il perché degli avvenimenti, capisce allora che in cucina si applicano reazioni chimico - fisiche, e lui vuole studiarle per conoscerle al meglio, per poter utilizzare con sapienza questi fenomeni.

Inizia a notare il grande interesse che c’è per la cucina e così inizia a scrivere su un giornale come esperto di gastronomia, è per la prima volta docente di un corso di cucina.

Iniziano le prime partecipazioni televisive, a detta di molti riesce a farsi capire dalla gente, spiega con precisione i fenomeni che avvengono; comincia così ad appassionarsi alla formazione, per spiegare agli altri come si fa e cosa avviene in cucina.

Coordina diverse brigate ma una sera, durante una cena privata in cui è lo Chef, incontra una Sommelier.

In effetti Fabio si accorge che di vino ne sa poco e così, chiede alla Sommelier se vuole sposarlo.

Fabio nel frattempo, vista la passione per la formazione, si dedica esclusivamente alle docenze, infatti è docente di cucina, pasticceria e panificazione presso il Centro di Formazione ENGIM San Paolo di Roma.

È inoltre Segretario della Federazione Italiana Cuochi per la Regione Lazio.

È appassionato di aerei, starebbe con il naso all’insù per ore, ma ha paura di volare.

È certo che si debba tornare ad una cucina che rispetti la tradizione stringendo l’occhio all’innovazione.

Fabio da qualche mese è Docente presso l’Università di Roma 3 nel Corso di Laurea in Scienze e Culture Enogastronomiche, è esperto infatti di lieviti, panificazione e pasticceria. E’ inoltre Formatore nel progetto FIC di Alta Formazione, in cui si dedica ai colleghi che vogliono saperne di più nel settore panificazione e lieviti dolci e salati.

Dice che quando tiene docenze nelle Unioni Regionali in giro per l’Italia, incontra nuovi amici, non solo colleghi, con cui condivide la passione per i fermentati.

Oggi Fabio si dedica ad attività di Formazione e Consulenze in tutta Italia.

Allora, buona fermentazione a tutti!!

customerservice@pivetti.it

Lingue parlate

ITALIANO

INGLESE

Facebook Instagram Linkedin YouTube

Molini Pivetti S.p.A. | VAT Reg. No. 00055650386
Via Renazzo, 67 - 44045 Renazzo (Fe) - Tel. +39 051 900003 - Fax +39 051 909210 Powered by Antherica E-Commerce suite